La scoperta del Chiccherone

È stato scoperto un nuovo, grande organo nel corpo umano, che è causa d’invecchiamento, cancro e varie malattie degenerative. La sua disfunzione potrebbe spiegare molti fenomeni degenerativi come la diffusione dei tumori, l’invecchiamento della pelle, le malattie infiammatorie. A indicarlo è uno studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports dall’Università di New York e dal Mount Sinai Beth Israel Medical Centre.

Siamo contenti della scoperta del misterioso organo senza nome che è alle origini di molte malattie. Ma noi italiani, soprattutto noi romani, quell’organo misterioso lo conoscevamo già e aveva un nome preciso benché indefinito: è il famoso Chiccherone. L’avrete sentito più volte nominare come annuncio di tormento e afflizione, accompagnato infatti al verbo rodere e all’espressione tipica “me rode er chiccherone”. Non si era mai ben capito cosa fosse questo chiccherone, quasi l’equivalente del sarchiapone. Chi lo identificava secondo un etimo di derivazione spagnola con il guscio di un frutto misterioso; chi col deretano, o addirittura con gli organi sessuali. Ma erano colorite definizioni, metafore letterarie.

Ora la scienza e la tecnica, tramite i laser, ci dice esattamente cos’è. È un interstizio, un tessuto connettivo, formato da cavità interconnesse piene di liquido e sostenute da fibre di collagene ed elastina. Agisce come un vero e proprio ammortizzatore. La descrizione coincide perfettamente col chiccherone di romanesca fama, organo favoloso, mitica fonte di tante sofferenze, perché è stato individuato alle origini di malattie fisiche e psichiche, patologie della bile e stati di nervosismo. Inoltre il chiccherone, così come l’organo scoperto dai ricercatori, contribuisce alla formazione delle rughe, all’irrigidimento delle articolazioni e alla progressione delle malattie infiammatorie legate a fenomeni di sclerosi e fibrosi. Una descrizione perfetta degli stati a cui induce il rodimento da chiccherone. Ma non solo. Anche il verbo che l’accompagna, rodere, è spiegato col fatto che l’irritazione di quest’organo genera correnti elettriche, come una scossa.

Sembra che dopo questa importante scoperta si potranno curare le sue disfunzioni e i suoi effetti malefici. Resta invece ancora da scoprire come combattere l’effetto socio-psicologico di quel rodimento per combattere il diffuso malessere indotto dal tanto rosicare. A quando la clinica del rosicone?

MV, Il Tempo 29 marzo 2018

Ti potrebbero interessare

Bilancio di un duello Allora, a mente fredda, come è finito il duello tra i due Mattei? A vederli uno di fronte all'altro era come assistere a un combattimento tra galli, su cui fioccano le scommesse. C...
Il governo in procinto Ma che roba è questo governo giallorosso? Proviamo a dare una definizione attinta dalla grammatica politica, anzi solo dalla grammatica, visto che la politica sta morendo di miseri...
Uniti, ma fino a un certo punto Per un volta, almeno per una volta, la condanna dell'invasione turca e la solidarietà al popolo curdo è stata davvero unanime. Non c'è destra o sinistra, grillini o moderati, sovra...
Condividi questo articolo
  • 216
  •  
  •  
  •  



Rispondi

  • Eventi

  • Facebook

  • Twitter

  • Canale Youtube