Un Mare (nostrum) di vergogna (20/06/2014)

Un Mare (nostrum) di vergogna (20/06/2014)

Se l’Europa non fosse solo una diceria ma una realtà e se davvero tutelasse i suoi cittadini anziché vessarli e poi fare la maestrina coi governi, dichiarerebbe chiusa l’operazione «Mare nostrum». Allestirebbe in pieno Mediterraneo una piattaforma europea, non italiana, manderebbe in pattuglia le sue navi per arrestare gli scafisti e salvare i migranti, portarli sulla piattaforma, nutrirli e se è il caso curarli, identificarli e lasciare loro la possibilità di chiedere un visto d’ingresso, per poi riaccompagnarli a casa loro, previo sostegno ai governi in loco. Un’operazione difficile ma meno tragica dell’accoglienza a fiumane; un’operazione costosa ma meno costosa in prospettiva degli attuali centri di accoglienza.

Noi che abbiamo perso la visione generale dei problemi, ci lasciamo colpire dai singoli casi disperati e non ci rendiamo conto che siamo davanti a un esodo biblico e la catastrofe va arginata, non accolta. L’alluvione non va presa a gocce. Nessuno pensa di fermare del tutto e per sempre i flussi, le miliardate d’uomini sulla Terra alla fine sommergeranno tutto e tutti. Ma intanto si deve pur cercare di frenare il caos e garantire chi vive in questa Terra; appena è possibile si possono pure programmare ingressi regolati d’immigrati. Ma il messaggio che deve arrivare all’altra sponda è che così non si arriva, noi respingiamo. Vi aiutiamo in loco, semmai; anziché mandare soldati in Irak e in Afghanistan, mandiamo aiuti in Africa, per il bene loro e nostro. Gli Stati non rubino al Papa il mestiere della carità.

Ti potrebbero interessare

Il degrado dell’uomo in condominio Se volete conoscere la bestialità di un uomo, dovete vederlo in condominio. I peggiori screzi, sfregi e odii non sono in politica o al lavoro, ma covano nel condominio. È lì che dà...
L’abito non fa il Papa A Roma, alle spalle di casa mia, c'è un austero negozio che vende articoli religiosi, abiti talari, tiare e paramenti sacri. Ma da qualche tempo c'è un'inquietante vetrina con un c...
Un sonno a due facce per un letto a due piazze (22/08/2015) Un sonno a due facce per un letto a due piazze (22/08/2015)Mi sveglio e risale negli occhi una scena che vidi per anni. Rivedo mio padre e mia ma­dre dormire insieme.Mia madre dorm...
Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  



Rispondi

  • Eventi

  • Facebook

  • Twitter

  • Canale Youtube