Manifesto Conservatore

Essere conservatori vuol dire:

  • Difendere la natura rispetto ai mutanti
  • Valorizzare l’esperienza della vita e della storia sull’esperimento e sulla tecnica sovrana
  • Preferire la tradizione all’istante
  • Farsi carico del senso comune e comunitario, ritenere la coerenza, la fedeltà, l’onore, l’educazione basi irrinunciabili
  • Rispettare la famiglia e l’amor patrio come architravi della società
  • Ritenere che senza il senso del sacro, il legame sociale e religioso della società decadono in un barbaro cinismo.
  • Estendere la parità dei diritti ai morti e ai non ancora nati.

Siete disposti a riconoscere e rispettare un movimento di questo tipo? Provate a definire sul serio un movimento conservatore e vi classificano come mostri putrefatti. Ma che senso avrebbe vagheggiare un conservatore così corretto che non vuole conservare nulla oltre il forno a legna?

Il conservatore ama la varietà, il radicale preferisce la variabilità. Il primo valorizza le differenze ed elogia la continuità, il secondo esalta i livellamenti ed elogia le mutazioni.


Comments are closed.


  • Eventi

  • Facebook

    "Spio la dolcezza di una coppia d’anziani in viaggio e ne colgo la raggiante intimità. Il segreto non è invecchiare insieme ma il contrario, ritrovare intatta negli occhi dell’altro la propria giovinezza di un tempo. Tu sei testimone e intimo complice che sono stato ragazzo. Tu sai la mia identità segreta che maschero nella vecchiaia."

    MV, La sposa invisibile (2006) goo.gl/eTwsxG
    ... EspandiRiduci

    Leggi su Facebook
  • Twitter

  • Canale Youtube