I giudici in campagna elettorale

Governo Lega-M5S, Marcello Veneziani analizza in un’intervista ad Affaritaliani.it la situazione della maggioranza

“Stando alla temperatura dello scontro continuo e quotidiano, il governo Conte dovrebbe cadere subito dopo le elezioni europee. Stando però al quadro generale e alle convenienze è davvero difficile dirlo. Il problema non è solo l’atto della crisi ma anche e soprattutto che cosa succederà dopo. Uno scenario che potrebbe spaventare gli attori protagonisti, cioè M5S e Lega”. Lo scrittore e politologo Marcello Veneziani analizza in un’intervista ad Affaritaliani.it la situazione della maggioranza, alla luce delle tensioni sempre più forti, e che cosa potrebbe accadere dopo il 26 maggio.

“Se cade questo governo – spiega Veneziani – non ci sono solo le elezioni anticipate, ma potrebbe anche esserci un esecutivo guidato ad esempio da Mario Draghi o da un’altra figura meno rilevante. L’establishment e le altre forze politiche diverse dalla Lega potrebbero cercare una soluzione, e ce ne sono tante, per cercare di far sbollire la passione degli italiani per Matteo Salvini. Anche solo un periodo limitato e per giustificati motivi, legati a qualche emergenza, non escludo affatto che i numeri si possano trovare in Parlamento. E non dimentichiamoci che il mandato di Draghi alla presidenza della Banca Centrale Europea scade a ottobre e lui resta una riserva della Repubblica che magari in futuro potrà puntare al Quirinale”.

Quanto alle elezioni di domenica 26 maggio, Veneziani ritiene che la Lega “possa raggiungere la quota del 30%. Non credo che il ciclo espansivo possa interrompersi in maniera brusca, anche se in questa fase il partito più attivo in campagna elettorale è quello dei magistrati. Il Carroccio fermerà un po’ la sua crescita, ma non credo proprio in un’inversione di trend”.

E la sfida per il secondo posto? “Penso che il M5S possa mantenere qualche punto in più rispetto al Pd, grazie anche alla boccata d’ossigeno che ha avuto dalla Magistratura e da questa aria di nuova Tangentopoli che si respira”. Secondo Veneziani “Forza Italia potrebbe raggiungere la quota simbolica del 10%, anche se mi aspetto un incremento soprattutto da parte di Fratelli d’Italia. La Meloni potrebbe sottrarre qualche voto alla Lega in nome di un sovranismo che non è stato toccato dall’attacco concentrico e giudiziario”, conclude.

Ti potrebbero interessare

La rivoluzione anticristiana nasce nel ’68 Intervista di Wodzimierz Redzioch a MV pubblicata sulla rivista polacca Niedziela. L’anno scorso sono passati esattamente 50 anni dalla “rivoluzione studentesca” del 1968. In Po...
Sfida tra due visioni d’Europa Voto per il Parlamento europeo: intervista a Marcello Veneziani di Giovanni Vasso per Barbadillo. Verso il voto per le Europee, quali sono gli schieramenti in campo? Mi sembr...
Un Paese divorato dal rancore Intervista a Marcello Veneziani di Marco Biscella per Il Sussidiario Qualche giorno ha spiegato in un articolo i sette motivi per cui non festeggiava il 25 aprile. Ora arriva il...
Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  

Tags: ,



Rispondi

  • Eventi

  • Facebook

    Unable to display Facebook posts.
    Show error

    Error: (#4) Application request limit reached
    Type: OAuthException
    Code: 4
    Please refer to our Error Message Reference.
  • Twitter

  • Canale Youtube