Articoli

Ripartire dal nazionalpopulismo

L’unica novità politica del terzo millennio è la diffusione del populismo. Categoria non nuova, in verità, sempre bistrattata, ma negli ultimi anni dilagante. Il populismo ha un nemico, il sistema globalitario, che è l’incrocio di due retaggi, uno che proviene dalla destra economica e l’altro che proviene dalla sinistra ideologico-politica; il sistema globalitario è infatti [&hellip

La lezione francese non tocca l’Italia

Da giorni tutte le foche ammaestrate della repubblica italiana ci dicono di prendere lezioni dalla Francia. Passata la sbornia dei primi giorni, è tempo di riprenderci e di ragionare a mente fredda. Prima di tutto chiediamoci: perché dovremmo trarre lezione solo dalla Francia e non, per esempio, dalla brexit inglese o dall’elezione di Trump in [&hellip

Le ceneri di Gramsci

Il 27 aprile di ottant’anni fa moriva a Roma nella clinica Quisisana Antonio Gramsci. Che ne è del suo pensiero, della sua impronta nelle ceneri disperse del Pd e dei partitini sorti alla sua sinistra? È una domanda pertinente perché quest’anno è il centenario mondiale del comunismo. Ora che l’ultimo stadio del vecchio Pci va in [&hellip

Oggi la vera liberazione è antisfascista

Ma se il 25 aprile diventasse la Festa dell’antisfascismo? Se fosse quella la vera, Resistenza che urge ai nostri giorni, la guerra di liberazione dallo sfascismo? Il fascismo dista ormai 72 anni dal nostro presente, è pura archeologia, più del comunismo sovietico. Oggi è lo sfascismo il vero pericolo contro cui si dovrebbero chiamare gli [&hellip

Don Milani, un cattivo maestro

È cominciato in anticipo e in modo imbarazzante il ricordo di don Lorenzo Milani, il mistico parroco della Barbiana, a cinquant’anni dalla sua morte. È cominciato sull’onda di un libro assai controverso di Walter Siti, Bruciare tutto, dedicato a don Milani. È un libro che racconta la storia di un prete pedofilo. La dedica in un primo tempo [&hellip

Complottismi deliranti

Adesso manca solo che qualcuno riveli un’alleanza segreta tra l’Isis e Marine Le Pen e possiamo completare le fake news di regime, con annesso complottismo. Dopo l’ennesima strage di Parigi sono stati in tanti a sostenere che il terrorismo islamista fa il gioco del Front National, è il suo Grande Elettore. Peggio di tutti ha [&hellip

San Grillo, accolto nella Chiesa di Bergoglio

Dopo l’Opus dei e la Mater dei, verrà anche il Vaffa dei? È il dubbio che sale dopo l’apertura della Chiesa e del quotidiano episcopale al Movimento 5 Stelle. Se fossi Grillo o un grillino mi preoccuperei. Quando le Vecchie zie cominciano a prendersi cura dei nipoti ribelli è brutto segno, vuol dire che vogliono intortarli [&hellip

Il mese di Igor

Dov’è Igor? È la nuova rubrica che va in onda ogni giorno a reti unificate su tutti i tg. È una miniserie tv nata per suscitare horror ma che rischia di diventare un incrocio tra un quiz e una sitcom. Non so da quanti giorni i tg, a partire dalla Rai, mandano in onda lo stesso servizio [&hellip

Ratzinger, il Papa che si ritirò

Sembra un’eternità ma sono passati solo quattro anni dalla rinuncia di Benedetto XVI al papato. Ora papa emerito, Joseph Raztinger oggi compie novant’anni. Quando fu eletto apparve come il papa della continuità, non solo rispetto a Woytila ma alla tradizione cattolica. La sua elezione rispecchiava la centralità tedesca nell’Europa unita. Sul piano pastorale, l’avvento di [&hellip

Il 15 aprile dei tre Giovanni

Il 15 aprile del 1944 veniva ucciso a Firenze Giovanni Gentile, il maggiore filosofo italiano del ‘900. Fu un parricidio perché Gentile può definirsi davvero il padre della filosofia italiana: non solo gli idealisti e gli spiritualisti italiani bevvero da lui ma anche gli italomarxisti e gli azionisti di Giustizia e libertà. Ma non solo: [&hellip

È tornato il buon pastore

Silvio Berlusconi sta cercando di arruolare Giorgia Meloni come sesto agnello del suo zoo politico-familiare. L’ha portata ad Arcore e non so se anche a lei abbia dato il biberon che ha esibito con gli altri agnellini. Tantomeno sappiamo se lei si sia abbeverata o si sia dichiarata intollerante al lattosio berlusconiano. Al seguito di [&hellip

La sinistra ha perso il popolo

Fino a prova contraria la sinistra in Italia è al potere. Non tutta e non da sola. Ma è al potere non solo perché guida i governi ma anche perché veicola e pervade i giudizi, i codici, le inclinazioni della nostra società. Eppure la percezione che dà e soprattutto che ha di sé stessa, è [&hellip

La follia di bombardare la Siria

Trump o non Trump, la follia dell’Occidente e dell’America in particolare, ha preso ancora una volta il sopravvento bombardando in Siria prima di accertare le effettive responsabilità e prima che si sia pronunciato l’Onu. È un errore storico che si ripete ormai dai primi anni novanta. Si cominciò con l’Iraq, poi vennero le primavere arabe, infine [&hellip

Quelle bambine rapite per legge

Una ragazzina di quattordici anni di famiglia islamica, rapata a zero dai genitori, viene strappata alla famiglia e affidata a centri pubblici o case-famiglia. Un’altra ragazzina di famiglia marocchina, minorenne anch’essa, frustata dai genitori perché non vuole andare a scuola, viene strappata alla famiglia. Che sta succedendo? Quelli che si bevono tutto quel che viene [&hellip

La casa una e trina

Dove stiamo andando? Sempre verso casa, scriveva Novalis. L’Italia è il paese che ha la più alta percentuale al mondo di proprietari di case. Gli altri popoli non vogliono immobilizzare i loro capitali e la loro vita in quella Grande Cuccia o grembo materno. Quando ci dicono che stiamo peggio degli altri paesi europei pensiamo [&hellip

Le foto presenti su questo sito sono state in larga parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione non avranno che da segnalarlo a segreteria.veneziani@gmail.com e si provvederà alla rimozione.

© 2023 - Marcello Veneziani Privacy Policy