Articoli

Il conte Zorro

Pubblicato il 26 maggio 2018

E mò? Tre lettere e un punto interrogativo riassumono lo sguardo spaesato degli italiani davanti al Mite Ignoto che si è assunto la veste di Avvocato del Popolo. Si procede per impressioni, avendo pochi dati a... Continua la lettura


De Felice restituì il fascismo all’Italia

Pubblicato il 25 maggio 2018

Il 25 maggio ricorre l’anniversario della morte dello storico italiano. Il suo ritratto da Imperdonabili Renzo De Felice scriveva male e parlava peggio. I suoi testi sul fascismo sono farraginosi, pieni di incisi, a volte involuti... Continua la lettura


Destinazione ignota

Pubblicato il 24 maggio 2018

Stavolta non è una bufala. Il professor Giuseppe Conte ha realmente ricevuto da Mattarella, dopo un lungo colloquio, l’incarico di guidare il governo pentaleghista.  Il presidente incaricato ha fatto un discorsetto onesto ed emozionato. Ah, chi... Continua la lettura


E ora lavorate, finalmente

Pubblicato il 22 maggio 2018

Gli ultimi saranno i premier. E alla fine arrivò il Conte e se lo divisero alla romana, il milanese e il napoletano. Il governo, ci ha detto Di Maio, avrà un solo presidente, una sola guida:... Continua la lettura


Fermatelo, marcia per la vita

Pubblicato il 20 maggio 2018

Li scansano come appestati, li trattano come monatti. Ma le persone che ieri hanno sfilato nella marcia per la vita pensano quel che pensava l’umanità e la civiltà cristiana in particolare, da sempre. Pensano che la... Continua la lettura


Radical-chic e ignoranti-pop

Pubblicato il 19 maggio 2018

Lunedì scorso è morto in America Tom Wolfe e io vorrei dire qualcosa sui radical chic, di cui lui fu scopritore e brillante stroncatore. Li critico anch’io da quando li conobbi, lessi da ragazzo il libro... Continua la lettura


Né servi né incapaci

Pubblicato il 17 maggio 2018

Il dado è tratto, anzi è contratto. Ha la benedizione degli Antenati, Grillo e Bossi, e la conferma dei Promessi sposi, Giggino e Matteo. L’ingerenza minatoria degli eurocrati e delle vecchie zie di casa o forestiere,... Continua la lettura


Alla prossima puntata

Pubblicato il 15 maggio 2018

Habemus Pippam. No, falso allarme, dopo settanta giorni, il premier non è arrivato neanche oggi. Nella fretta di fare il governo, avevano dimenticato il premier, come capita a quelle coppie sbadate che dimenticano il bambino nel... Continua la lettura


E la pazzia andò al potere

Pubblicato il 13 maggio 2018

Il 13 maggio del ’78, la pazzia fini in mezzo alla strada. A quarant’anni dalla fatidica legge 180, c’è aria di santificazione per Franco Basaglia, promotore della legge che aboliva i manicomi in Italia. Già gli furono dedicati... Continua la lettura


Ma ora facciamoli provare

Pubblicato il 12 maggio 2018

Di un governo dei grillini penso tutto il male possibile. Non hanno alcuna idea di cosa sia governare, alcuna esperienza, alcuna storia, alcuna cultura, alcuna preparazione, non vengono da alcuna selezione, hanno vaghe idee che non... Continua la lettura


L’unica soluzione prima del voto

Pubblicato il 10 maggio 2018

Non so cosa succederà nelle prossime ore ma non nutro particolare fiducia in un governo grillino-salvino e tantomeno in un’astensione benevola di Berlusconi. Un governo così improvvisato rischierebbe troppo di finir male e presto, di sfasciarsi... Continua la lettura


Neutrale è una presa in giro

Pubblicato il 8 maggio 2018

Ma dove sono, chi sono, da che pianeta provengono i membri di un Governo Neutrale? Conoscete voi allo stato attuale Garanti super partes riconosciuti dalle parti? Ma soprattutto da chi prenderebbe i voti per governare a... Continua la lettura


Olmi tra Cristo e i barbari

Pubblicato il 8 maggio 2018

Per ricordare il grande Ermanno Olmi, venuto a mancare il 7 maggio 2018, uno scritto dedicato a un suo film molto discutibile, Centochiodi Ma se Cristo tornasse sulla terra, sarebbe davvero nemico della civiltà e della... Continua la lettura


Basta col Nobel, fate il premio Ikea

Pubblicato il 7 maggio 2018

Ora che il polverone sul Nobel si allontana, ripensiamo a mente fredda all’assurda sorte del massimo premio di Letteratura al mondo, sospeso dopo aver scoperto una palpatina sessista a una principessa, compiuta dodici anni fa. Mi... Continua la lettura


Il mistero dell’uomo bianco

Pubblicato il 6 maggio 2018

Sono tutti concentrati su Di Maio e Salvini, Renzi e Martina, Berlusconi e Grillo, ma non vi sfiora una domanda cruciale? Ora che è saltato il banco, che non ci sono più referenti e tantomeno partiti... Continua la lettura


Nostalgia di Bettino

Pubblicato il 4 maggio 2018

“Ho fatto tutto di corsa in una specie di frenesia che mi bruciava l’animo. Ho così commesso anche molti errori. E tuttavia, quello che io penso è che nella mia vita ho reso grandi servigi all’Italia.... Continua la lettura


  • Eventi

  • Facebook

    L’anticipazione di “68 TESI CONTRO IL ‘68”

    I. NON-EVENTO
    Nel '68 cambiò tutto ma non successe nulla. Non c'è un evento cruciale, storico, simbolico che abbia caratterizzato il 1968. Nessuna presa della Bastiglia, nessun assalto al Palazzo d'Inverno, nessuna decapitazione di sovrani e nessun avvento al potere. Non accadde nessuna rivoluzione e nemmeno un'insurrezione con vincitori e vinti, vittime e prigionieri. Non ci fu una guerra e nemmeno vere battaglie. Un anno povero di grandi eventi legati alla Contestazione ma pieno di parole, traboccante di slogan, di gesti simbolici, di sfilate, di proteste, di scontri, ma senza bilanci storici. Verboso, parolaio; interminabili e scontrose assemblee. Pochi fatti, tanta Chiacchiera. Il '68 non è un avvenimento storico ma un clima, un humus, forse un virus, una nube tossica o un gas esilarante, insomma un'ineffabile atmosfera che permeò un'epoca tutt'ora vigente e ne dettò le tendenze. Fuochi fatui per un incendio globale.

    (MV, “68 TESI CONTRO IL 68” (PP.120, 7 EURO) IN VENDITA DA MARTEDI' PROSSIMO NELLE EDICOLE CON “IL GIORNALE”
    ... EspandiRiduci

    Leggi su Facebook

    [I tweet di MV]
    È penoso, ma ci tocca difendere il governo-feto dei grillo-leghisti dall’aborto forzoso imposto dalla dittatura eurotedesca e dai domestici nostrani. I tiranni di fuori e i servi di dentro.
    ... EspandiRiduci

    Leggi su Facebook

    Da martedì in edicola in allegato a “Il Giornale”
    “‘68 tesi contro il ‘68”, un pamphlet su un anno che dura da un’eternità (120 pp, 7 euro)
    ... EspandiRiduci

    Leggi su Facebook
  • Twitter

  • Canale Youtube