Articoli

L’onda idiota del femminismo

Pubblicato il 14 agosto 2017

Ma che sta succedendo in tema di libertà e di censura, di uomini e donne, di uguaglianza e differenze? Da una settimana in America come in Italia, tiene banco la vicenda assurda di un ingegnere informatico... Continua la lettura


L’Italia divisa in due

Pubblicato il 12 agosto 2017

Sei per Berlusconi o sei per Salvini, rivuoi Alfano o lo regali a Renzi, preferisci Pisapia oppure Orlando, meglio Grillo vestito da Di Maio o Grillo svestito da Di Battista? No, smettiamola di giocare con le... Continua la lettura


Pensieri stellari nella notte di San Lorenzo

Pubblicato il 10 agosto 2017

Quando provate dolore nell’anima guardate le stelle. Quando vi sentite tristi,  quando qualcuno vi offende, quando non vi riesce qualcosa o vi sovrasta  la tempesta interiore, uscite fuori e rimanete a tu per tu con il... Continua la lettura


Abuso di Marcinelle

Pubblicato il 9 agosto 2017

Lasciate stare l’indecente demagogia nel ricordo della tragedia di Marcinelle, dove morirono nel 1956 duecentosessantadue lavoratori in miniera, di cui la metà italiani, quasi tutti meridionali. Lasciate stare, gufi, sinistreria e autorità, inclusi voi presidenti Mattarella... Continua la lettura


Se Angelino torna a casa

Pubblicato il 8 agosto 2017

Allora, vi riprendete il figliol prodigo Angelino Alfano oppure no? La questione è mal posta da tutti i punti di vista. Primo, perché suppone che esista una Casa paterna, chiamata centro-destra che in questi anni in... Continua la lettura


6 agosto 1945: l’Apocalisse

Pubblicato il 6 agosto 2017

La bomba atomica è il peccato originale del mondo contemporaneo. Se la Shoa chiude tragicamente gli orrori di un’epoca passata, finita con la caduta del Terzo Reich e la morte di Hitler, la bomba atomica su... Continua la lettura


Benvenuti nel Paese tappetino

Pubblicato il 5 agosto 2017

Non esagerate su Giorgio Napolitano, non è stato il funesto demiurgo della politica italiana, colui che ha deciso tutto, dall’attacco sciagurato alla Libia al siluramento di Berlusconi. Come lui stesso in fondo ha ammesso, sia pure... Continua la lettura


Il reato di bimbofobia

Pubblicato il 3 agosto 2017

Perché indigna e suscita denunce il b&b che nega l’ospitalità alle coppie gay ed è invece ammesso e permesso vietare negli hotel, nelle spiagge e nei ristoranti l’ingresso ai bambini? Perché l’omofobia è un reato e... Continua la lettura


Ma i complici degli schiavisti sono tra noi

Pubblicato il 31 luglio 2017

Papa Francesco e il suo vicario in Quirinale Mattarella hanno ieri condannato all’unisono la tratta degli esseri umani nella giornata mondiale promossa dall’Onu. Come si fa a non essere d’accordo con loro, chi volete che possa... Continua la lettura


Bettiza, anticomunista e antitaliano

Pubblicato il 29 luglio 2017

Non sprizzava simpatia Enzo Bettiza, era scostante e faceva poco per compiacere gli interlocutori, soprattutto se non appartenevano al suo rango e alla sua età. Nel grande giornalismo ha recitato il ruolo dell’antipatico, anche se non... Continua la lettura


La miserabile guerra dei vitalizi

Pubblicato il 28 luglio 2017

A costo di scandalizzarvi vi dirò che questa storia dei vitalizi la trovo a dir poco miserabile. E non solo e non tanto perché si ridurrà a un mezzo raggiro e il Senato poi la modificherà,... Continua la lettura


Un buco nell’acqua

Pubblicato il 26 luglio 2017

Acqua, acqua. Fa male vedere l’arsura di Roma in questi torridi giorni di luglio, fa male vedere le fontane a secco, i nasoni pietrificati, il deserto che avanza in pieno centro. E spaventa che il problema... Continua la lettura


Elogio del Gattopardo

Pubblicato il 25 luglio 2017

Molti pappagalli abusano di una frase celebre e assai fraintesa del capolavoro di Tomasi di Lampedusa – “bisogna che tutto cambi perché tutto resti come prima” – per ridurre il Gattopardo a un manifesto dell’italico trasformismo,... Continua la lettura


Al buio in pieno solleone

Pubblicato il 24 luglio 2017

Siamo entrati nel fuoco dell’estate senza avere un mezzo profilo di chi guiderà l’Italia nel futuro prossimo. Pochi mesi ci separano dal giudizio elettorale ma non si intravede un favorito e nemmeno un duello tra due... Continua la lettura


I treni tra glaciazione e liquefazione

Pubblicato il 23 luglio 2017

Questo articolo è dedicato a tutti i viaggiatori ferroviari, con speciale menzione per i poveri pendolari, e ai loro patimenti estivi. E parte da una statistica personale: gli ultimi viaggi in treno nel torrido corrente mese,... Continua la lettura


Quando la luna venne a trovarci

Pubblicato il 20 luglio 2017

Voi non sapete cosa vi siete persi se non avete vissuto quella notte del 20 luglio del ’69. L’universo venne direttamente a casa nostra, la magia si fece visione notturna, un incantesimo di massa. Era una... Continua la lettura


  • Eventi

  • Facebook

    "La classe dirigente è lo specchio del Paese, ma..." ... EspandiRiduci

    Leggi su Facebook

    [I tweet di MV]

    Dopo il corno di 60 mt. di De Magistris a Napoli, la Raggi a Roma farà una statua di 70 mt. a Grillo che sfancula urbi et orbi. Vaffa dei.

    Dopo il corno alto 60 mt di De Magistris a Napoli, Sala farà a Milano il monumento alla Cotoletta, largo 80 mt.
    ... EspandiRiduci

    Leggi su Facebook

    I bambini, i sogni, i fari

    Ascoltavo di nascosto un padre che indicava il faro a suo figlio e gli diceva: “quello si chiama faro, lampeggia sul mare, così le barche di sera e le navi di notte vedono da lontano dov’è il porto”.

    Mi sono messo nei panni del bambino e ho immaginato con i suoi occhi sognanti la frase di suo padre. Quanta magia era racchiusa in quelle parole semplici per il suo sapere sorgivo.

    C’è il mistero della notte e della lontananza, il fascino pericoloso del mare, il rifugio nella stiva, l’insidia urlante dei venti, l’incanto sovrumano delle stelle, la nostalgia di casa, l’occhio magico del faro, la luce materna della terra che richiama casa.

    Ho visto con la sua meraviglia i marinai in alto mare alle prese con le cime e i flutti, in piena notte, che vedono da lontano quella luce e si rincuorano.

    Senti il sapore della vita, i suoi schizzi e le sue onde, spiegato ai nuovi arrivati; è l’avventura umana nel cosmo che cerca riparo e ristoro nella notte; è lo stupore di venire alla luce, come si dice pure della nascita.

    C’è la gerarchia della vita nella distinzione di suo padre tra le barche della sera e le navi della notte: le prime, minorenni, rincasano al primo buio; le altre, maggiorenni, si permettono di star fuori la notte. Una visione del mondo mitica e astrale si posava sui suoi occhi stregati mediante quella luce che fendeva il buio per un istante.

    Come due fari nella notte, gli occhi del bambino si spalancavano alla vita e in un baleno capivano la sorte. (Per uscire dalla crisi ci mancano i bambini, i sogni, i fari).

    MV
    ... EspandiRiduci

    Leggi su Facebook
  • Twitter

  • Canale Youtube