Stai visualizzando i contenuti con tag "matteo renzi"

Il ritorno di Matteo Renzi

Che vi avevo detto? Matteo Renzi fa un’ennesima giravolta e con cinque anni di ritardo sul tempo giusto, fonda il suo partito e tiene appeso per i testicoli il governo che lui stesso ha fatto nascere. Un mese fa avevo scritto: “In casa Pd i preparativi per una scissione sono già allo stato avanzato. È [&hellip

Allucinazione collettiva

Peppino è sotto choc. Era partito il 5 agosto per l’India per una vacanza ascetica, fuori del mondo, ed è tornato l’altro giorno in Italia. Ha acceso la tv e apriti cielo, ha visto il mondo capovolto; ha visto il presidente del consiglio in Parlamento, ma accanto a lui c’era altra gente inaspettata: uno a [&hellip

Pagliacciocrazia

Provate a togliere il sonoro alla crisi e a guardare con distacco a quel che sta succedendo: due partiti che fino a ieri si disprezzavano pubblicamente si incontrano sul nulla, cioè sull’avvocato Giuseppe Conte e danno luogo a un rovesciamento totale di alleanze e di indirizzi. Lasciamo da parte i giudizi soliti che si sentono [&hellip

Che bello, un governo giallorosso…

Sarò sadomaso, ma mi eccita l’ipotesi di un governo grillino-sinistro. È una perversione lo so, ma c’è anche una perfezione a rovescio e un’alleanza di governo tra i 5stelle, il Pd e Leu avrebbe la perfezione del negativo: tutti i dettagli nefasti si allineano con precisione meticolosa, il nulla si sposa col peggio, l’arroganza abbraccia [&hellip

Salvini è all’apice ma davanti al burrone

Avanti il prossimo. Giù nella scarpata ci sono le icone semoventi di Silvio Berlusconi, Beppe Grillo, Matteo Renzi, per dire solo dei più noti e dei più recenti. Ora il primo in alto, davanti al precipizio, nel cono di luce, è Matteo Salvini e tutti gli occhi sono puntati su di lui e sull’orologio che [&hellip

Il Grillo e la Cicala

Vedevo l’altro giorno Beppe Grillo nelle vesti di presidente della Repubblica grillina e vedevo Matteo Renzi alla Leopolda nel ruolo di presentatore e spalla di Bonolis, come fu per anni Laurenti, calzando i panni di LauRenzi, e mi sono detto: ma guarda come è buffo il destino. Pensate alla sorte inversa di Beppe e di [&hellip

I Raibelli

C’è in Italia un’emergenza tra le altre, non la più importante, ci mancherebbe, ma forse la più vistosa. È il monopolio del racconto pubblico, uno spettacolo indecente. L’informazione di Stato, e larga parte di quella privata, sforna ogni giorno a senso unico la versione dei fatti secondo il canone ideologico-politico della sinistra. Anche ora che [&hellip

La renzurrezione

Renzi io lo conosco da quando era bambino. Lui era quello che portava il pallone e anche se non sapeva giocare, era un po’ goffo e cicciottello, pretendeva non solo di fare il centravanti ma anche di decidere chi far giocare e chi no. E durante la partita non stava mai zitto, sapeva tutto lui, [&hellip

La censura nella Rai renziana

C’è qualcosa di surreale nell’autunno della Rai. No, non è solo il crollo degli ascolti, i programmi cancellati in corso d’opera, la perdita che odora di censura di alcuni tra i pezzi migliori, come Milena Gabanelli e Massimo Giletti, il flop dello strapagato Fazio su Raiuno. Questo è il contorno. L’assurdo della Rai è che [&hellip

L’incantesimo di Matteo

Ho letto e ascoltato mille interpretazioni sulla fretta di Renzi d’andare al voto in primavera e i consigli di taluni di tardare invece l’appuntamento con le urne. Ho sentito valide e invalide motivazioni che spingerebbero Renzi a quel passo, tra cui l’impazienza, la crisi d’astinenza dal centro della scena, il timore che qualcuno prenda il [&hellip

Le foto presenti su questo sito sono state in larga parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione non avranno che da segnalarlo a segreteria.veneziani@gmail.com e si provvederà alla rimozione.

© 2023 - Marcello Veneziani Privacy Policy